La scoperta dell'Inghilterra

Il contributo italiano al fenomeno settecentesco del Grand Tour è un terreno di studio ancora in gran parte inesplorato. Questo volume presenta gli scritti dei viaggiatori italiani che visitarono l’Inghilterra nel secolo in cui la sua ascesa economica, politica e cul - turale ne fece il punto di riferimento per tutti gli eu - ropei desiderosi di innovazione sociale e tecnologica. Sulla scorta di documenti in parte inediti, si posso - no seguire gli entusiasmi e le perplessità di decine di personaggi noti – come gli inevitabili Baretti, Verri, Casanova e Alfieri – e meno noti, le cui osservazio - ni ci consegnano l’immagine di un paese dinamico e stimolante, nel quale l’operosità delle città e la bellez - za delle campagne, i caffè e le gazzette, gli ospedali, le istituzioni culturali e i magnifici parchi appaiono come il riflesso di leggi ponderate e di un popolo di uomini e donne che, rifiutando le inutili frivolezze in voga sul continente, «godono meglio dei piaceri della vita e più che ad apparire felici pensano ad esserlo» (Alfonso Bonfioli Malvezzi).

di Fabio  Pesaresi

FABIO PESARESI (Rimini, 1965) insegna Lingua e Letteratura Inglese presso il Liceo Classico «Giulio Cesare» di Rimini. Ha soggiornato in vari paesi del Mediterraneo (Tunisia, Giordania, Siria), dove ha insegnato Lingua e Letteratura Italiana presso le istituzioni scolastiche e universitarie locali. Si occupa di letteratura di viaggio, di rapporti culturali tra l’Italia e l’Inghilterra nel Settecento, e della tradizione religiosa e mistica islamica. Il volume che qui si pubblica rappresenta la tappa iniziale di un lavoro di ricerca più ampio sulla presenza italiana nell’Inghilterra del Settecento e sulla partecipazione italiana al fenomeno del Grand Tour.

La scoperta dell'Inghilterra

Caratteristiche Tipografiche

Pagine 454
Formato 16x23
Rilegatura Cucita
   

Edizione Italiana

Ultima Edizione
Anno 2015
ISBN 9788864643595